Cosa sono gli slowjuicer? Per cosa vengono consigliati? Guida, informazioni e caratteristiche

Ci sono alcuni elettrodomestici in grado di conquistare tutti i membri del nucleo familiare. A volte non se ne conosce l’esistenza, ma appena scoperti diverranno inevitabilmente compagni di viaggio inseparabili.

Sono molti gli utenti che negli ultimi anni hanno scoperto il piacere della buona cucina, soprattutto se salutare.

Complici i vari programmi di cucina, ma anche una presa di coscienza generale del male che alcuni alimenti causano, si è diffusa la voglia di mangiar sano. Ecco, perché, molti elettrodomestici conosciuti da sempre solo da pochi appassionati del genere, ora sono sempre più richiesti. Tra di essi possiamo annoverare gli slowjuicer.

Se questa parola ti è nuova, non devi fartene una colpa. Probabilmente non hai mai avuto modo di avvicinarti al mondo della cucina. Oppure, ti sarà sempre sfuggito il suo nome tecnico pur avendo visto tale prodotto nelle più svariate occasioni. In ogni caso, non devi preoccuparti. In questo articolo troverai tutte le informazioni necessarie riguardanti questo prodotto. Inoltre, cercherò di darti una mini guida per utilizzarli al meglio e al massimo delle loro potenzialità.

Che cosa sono gli slowjuicer?

La prima domanda, dunque, non può essere che questa ed essa è in realtà molto semplice. Lo slowjuicer è un particolare tipo di elettrodomestico che si caratterizza per la sua tecnologia a freddo. Diversamente da altri prodotti assai simili esso, infatti, non surriscalda il cibo che è chiamato a lavorare.

Molti commettono l’errore di confonderlo con una centrifuga, ma le loro caratteristiche base li rendono assai differenti.

La spremitura lenta propria dello slowjuicer permette a questo elettrodomestico di lavorare meglio di qualunque altro. Esso, infatti, ha la capacità di mantenere inalterate le proprietà nutritive dei vari alimenti che vorrai utilizzare. Frutta e verdura, infatti, sono ricche di nutrienti, ma il troppo calore della centrifuga potrebbe causarne  l’ossidazione. Quest’ultima, poi, renderà i tuoi succhi privi di valori nutritivi. Tutto questo verrà evitato grazie al motore lento che determina uno slowjuicer.

Le ricette che potrai provare con questo prodotto sono assai diverse tra loro: succhi di frutta, passati di verdura, sorbetti, pesti e davvero molto altro.

Tale articolo ha un beccuccio in cui introdurre la frutta e  la verdura che hai selezionato. Dovrai spingerli all’interno come faresti con un normale spremiagrumi e la coclea al suo interno inizierà a lavorare immediatamente. La lama, però, lavora meglio seguendo alcuni consigli come non inserire all’interno dell’elettrodomestico semi troppo duri, cibi troppo fibrosi. Anche tagliare la frutta e la verdura a pezzi è un buon modo per permettere al tuo slowjuicer di triturare al meglio i tuoi alimenti.

Alcuni prodotti in commercio, poi, hanno due contenitori differenti per dividere in maniera netta il succo estratto dai residui di polpa.

Tutto ciò permetterà di avere a tua disposizione un succo concentrato capace di aiutarti a mantenerti in forma. Inoltre, le molte ricette che potrai assaporare con questo strumento, ti permetteranno di avvicinare al mondo della buona alimentazione anche i più piccoli. Spesso, infatti, è assai difficile avvicinare i bambini al consumo giornaliero di frutta e verdura che tanto viene raccomandato dai medici.

Come utilizzare al meglio uno slowjuicer

Sempre rimanendo in ambito della buona alimentazione, bisogna far notare come spesso a tale prodotto venga associato un ricettario. Esso ti sarà molto utile per inoltrarti nel mondo di questo elettrodomestico.

Ecco cosa otterrai attraverso uno slowjuicer se comparato con una normale centrifuga:

Vantaggi di uno slowjuicer  
Più vitamine
Più fibre
Più succo
Meno rumore

Tutte queste caratteristiche lo rendono, infatti, uno strumento molto più professionale rispetto ad altri prodotti simili, ma di minore qualità. Altra caratteristica importante, però, è il materiale con cui è costruito questo prodotto. Esso, infatti, è creato con acciaio inox o con plastica di ottima qualità. Questo è importantissimo per la resa finale del tuo succo insieme alla già citata bassa velocità del motore.

Anche la capacità di accelerare del tuo slowjuicer è rilevante. Minori saranno i giri fatti in un minuto e maggiore sarà la resa finale. Tale velocità, solitamente, si attesta tra i 50 e gli 80 giri al minuto.

Esistono, poi, varie tipologie di tale elettrodomestico. Vi sono i modelli basici che ti permettono di avere tranquillamente la tua dose quotidiana di vitamine e fibre. Vi sono quelli con il becco più grande del normale per permetterti di inserire la frutta e la verdura intere senza doverle necessariamente farle a pezzi prima. E vi sono anche quelli con il pannello touch per permetterti di controllare al meglio le varie funzioni che ti vengono proposte con l’acquisto.

Consigli finali e osservazione dei prezzi immessi sul mercato

I prodotti che troverai in vendita sono molteplici. Sia nei negozi fisici che in quelli online, infatti, l”offerta che ti verrà suggerita è davvero molto ampia.

Fra i prodotti più convenienti e più richiesti tramite i siti web  vi è l’estrattore di succo a freddo del marchio Aicook. Esso potrà essere tuo al modico prezzo di € 40,00. Tale prodotto è in acciaio inox ed è adatto anche a triturare i cibi interi. Anche la pulizia è abbastanza semplice grazie alla spazzola che viene data in dotazione che permette anche di essere risciacquata direttamente sotto la semplice acqua. Inoltre, il prodotto ivi menzionato è abbastanza sicuro grazie al salvavita che impedisce il funzionamento se il coperchio non è nella posizione che gli è propria.

Salendo un po’ a livello di prezzo, troviamo il prodotto messo in campo dal brand Amzchef. Esso si aggira intorno a € 100,00 e ripaga perfettamente la spesa, comunque non troppo eccessiva, specie se si considera la qualità del prodotto. Anch’esso è di facile manutenzione e pulizia e ha inoltre il vantaggio di essere davvero silenzioso anche rispetto ad altri modelli dello stesso articolo. Tale apparecchio non ha paura di lavorare con frutta e verdura morbide, dure o fibrose che siano. Inoltre, i due anni di garanzia lo rendono molto appetibile per svariati tipi di clienti.

Salendo di livello arriviamo all’ultimo prodotto di cui ti voglio parlare appartenente al marchio Kenwood. Esso pressa i cibi immessi senza danneggiarne le varie sostanze nutritive. Essendo un articolo un po’ più efficiente potrai averlo con un costo che si aggira intorno a € 200,00. Ha a propria disposizione due tipi di tubi per poterti permettere di inserire cibi più grossi o più sottili a seconda delle tue disponibilità o esigenze. La sua specialità che lo rende così allentante è quella di riuscire a estrarre più dell‘80% di succo.

Come vedi, quindi, i prodotti elencati sono tutti estremamente degni di essere acquistati da una vasta gamma di utenti. Tra i consigli che posso darti è quello di non valutare semplicemente il prezzo dell’estrattore di succo a freddo che ti interessa. Anche se la spesa può sembrarti eccessiva, ti consiglio di prendere il modello che più soddisfa le tue aspettative. Un costo più alto inizialmente, infatti, si rivelerà un investimento per il futuro dato che avrai uno slowjuicer capace di restare con te per anni.

Inoltre, stai attento alla garanzia e alla facilità di montaggio e smontaggio del prodotto selezionato per poterlo pulire al meglio. Quanto abbiamo discusso fino a questo momento potrà sicuramente esserti utile per compiere una scelta accurata. Infatti, ti saranno ormai chiare tutte le numerose caratteristiche che contrassegnano lo slowjuicer. Per questo motivo, non ti resta che andare a testare personalmente quanto hai avuto modo di apprendere in questo articolo così da mettere in pratica i consigli dati.

Laureata col massimo dei voti, ho svolto uno stage come editor in un’agenzia letteraria. Scrittrice di romanzi storici e vincitrice di vari concorsi letterari, attualmente svolgo il lavoro di articolista presso varie testate giornalistiche, sia online che cartacee.

Back to top
menu
Estrattori di Succo a Freddo