Estrattore di succo o spremiagrumi? Differenze, vantaggi e svantaggi

Diversi elettrodomestici hanno reso la nostra vita molto più semplice. Lo abbiamo potuto constatare nel corso degli anni quando, strumenti che all’inizio ci sembravano totalmente inutili, ora sono per noi indispensabili.

Molti elettrodomestici, poi, hanno fatto avvicinare diversi acquirenti a svariati stili di vita, il più delle volte migliorandoli notevolmente.

Non tutti, però, comprendono realmente la portata di articoli del genere e tendono a confondere i vari prodotti tra di loro, specie se hanno fini assai simili. Può capitare, infatti, che un utente prenda un elettrodomestico pur volendo comprarne un altro perché, banalmente, pensa che siano la stessa cosa.

Anche se due prodotti hanno funzioni simili questo non vuol affatto dire che essi siano identici e, quindi, diano i medesimi risultati.

Tale confusione avviene specialmente per gli elettrodomestici da cucina. Due in particolare vengono spesso considerati al medesimo livello: l’estrattore di succo a freddo e lo spremiagrumi. Anche se l’obiettivo perseguito da questi prodotti è il medesimo, ciò non vuol affatto dire che il risultato finale sia identico. Per questo motivo ti parlerò di questi due articoli elencandoti le differenze. In questo modo potrai scegliere il più adatto a te.

Che cosa è un estrattore di succo a freddo e quali sono le sue caratteristiche principali?

L’estrattore di succo a freddo è un elettrodomestico di una certa importanza. A seconda che tu voglia un prodotto commerciale o uno industriale il suo peso può variare dai 4 kg fino ai 10 kg. Esso è in grado di estrarre il più alto quantitativo di succo da frutta e verdura. E lo fa tramite un motore che ruota in maniera assai lenta, dai 40 agli 80 giri al minuto, per non surriscaldare il cibo. In tal modo, infatti, evita l’ossidazione degli alimenti inseriti al suo interno.

Il materiale che forma un estrattore di succo a freddo è spesso l’acciaio inossidabile per lavorare al meglio al contatto con i cibi. Altre volte, invece, è realizzato con la plastica, in ogni caso molto resistente.

Si distingue da elettrodomestici assai simili perché non ha una lama atta a disintegrare gli alimenti, ma una coclea che è una specie di vita. Questa si muove tramite il motore elettrico di cui ti parlavo poco prima e che si muove assai lentamente. Questa è sicuramente la caratteristica che meglio denota tale prodotto e che gli conferisce le qualità che gli sono proprie.

Attraverso il lento movimento, infatti, l’estrattore di succo a freddo riesce a estrarre il succo da frutta e verdura mantenendo allo stesso tempo intatte le sostanze nutritive. Con altri prodotti questo non accade. L’estrazione, dunque, avviene a freddo, da qui il nome stesso del prodotto.

L’estrattore di succo a freddo è un elettrodomestico assai versatile. Infatti ti permette di estrarre il succo non solo dalla frutta, ma anche dalla verdura più fibrosa e dalla frutta anche più dura come possono essere quella contenente semi. Esso divide il succo dalla polpa dandoti un prodotto molto pulito in grado di essere bevuto nell’immediato, Inoltre, esso è in grado di aiutarti nella preparazione di sughi, sorbetti o altre pietanze utili ad avere un’alimentazione sana e assai variegata.

Che cosa è uno spremiagrumi e quali sono le sue caratteristiche principali?

Anche lo spremiagrumi è un elettrodomestico volto all’estrazione di succo dagli alimenti, ma è più specifico rispetto a un estrattore di succo a freddo. Questo prodotto è molto più piccolo rispetto al suo concorrente e può essere reperito in varie tipologie di negozi. Sostanzialmente si divide in due categorie:

  • spremiagrumi elettrico
  • spremiagrumi manuale

La semplicità di utilizzo, quindi, è uno degli elementi fondanti di questo articolo che è diffusissimo nelle case di molteplici utenti. Tutti, almeno una volta, abbiamo acquistato uno spremiagrumi per le nostre cucine. Dal nome, inoltre, intuirai facilmente che esso è realizzato per estrarre il succo da vari agrumi come pompelmi, arance, limoni e simili.

Il modello manuale funziona tutto con la forza del braccio dell’acquirente. Basterà, infatti, posizionare il frutto scelto sul prodotto e roteare per ricavare il succo desiderato. Il prototipo elettrico, invece, ti aiuta in questa operazione tramite un motore atto allo scopo. In questo modo la tua arancia sarà privata del succo in maniera abbastanza grossolana e ti sarà versata in un contenitore dopo essere passata attraverso un setaccio. Quest’ultimo serve a darti un prodotto più pulito e privo delle scorie e residui che troveresti senza il suddetto setaccio.

Il suo utilizzo è assai semplice e intuitivo. Ti basterà tagliare a metà l’agrume scelto e posizionarlo in cima all’articolo per poter ottenere il risultato sperato.

Lo spremiagrumi, inoltre, è composto da plastica. Non ha quindi alcuna parte in metallo che possa influire in qualsiasi modo con la bontà di sapore e di benessere del suo succo. La sua semplicità, inoltre, sarà un incentivo per utilizzarlo in diversi modi in cucina realizzando sempre ricette veloci e super gustose.

Vantaggi e svantaggi dell’estrattore di succo a freddo e dello spremiagrumi

Le differenze, quindi, sono molte anche se entrambi i prodotti hanno, inevitabilmente, sia pregi che difetti.

Dal punto di vista dell’utilizzo quotidiano, di sicuro vince l’estrattore di succo a freddo in grado di lavorare con molteplici alimenti. Riesce persino a lavorare con cibi congelati data la potenza che comunque ha nel suo motore, seppur progettato per lavorare a freddo e lentamente. Inoltre, è in grado di ridurre in poltiglia anche gli alimenti più fibrosi e difficili da macinare. Lo spremiagrumi, infatti, è creato per portare a termine un unico compito: spremere gli agrumi.

Lo spazio, però, può diventare un serio problema. Lo spremiagrumi, infatti, è perfetto per ogni tipo di cucina e qualsiasi tipologia di mensola. Piccolo e compatto, difficilmente si farà notare. L’estrattore di succo a freddo, invece, come ti dicevo a inizio articolo pesa parecchi kg. Potrebbe, dunque, rivelarsi un elettrodomestico assai ingombrante non alla portata di tutte le abitazioni.

Lo spremiagrumi, inoltre, essendo così piccolo non ha bisogno di un foglietto dell’istruzioni né per essere utilizzato né per essere pulito. Intuitivo nelle sue funzioni e assai semplice da smontare. L’estrattore di succo a freddo, invece, essendo un apparecchio molto più complesso ha bisogno di essere maneggiato con cura per non correre il rischio di rovinarlo.

Anche il prezzo è un fattore che differenzia di molto questo apparecchio. Uno spremiagrumi di plastica manuale può essere rinvenuto ovunque, anche al mercato rionale. Con meno di € 10,00 potrà essere tuo, diverso, però, è il discorso se vuoi un prodotto elettrico. Anche lì, però, il costo non sarà affatto esagerato. Il prezzo di un estrattore di succo a freddo, invece. è molto più oneroso. Può partire da una cifra di € 50,00 fino ad arrivare a € 300,o0 per gli apparecchi più importanti. Il costo, però, non è affatto eccessivo. In termini di qualità di resa non vi è paragone tra lo spremiagrumi e l’estrattore di succo a freddo. Mi sembra più che normale che il secondo costi in maniera molto più elevata. Anche perché lo spremiagrumi ti fa perdere molte sostanze nutritive che, invece, manterrai integre con un estrattore di succo a freddo.

Come hai visto, quindi, le differenze tra i due prodotti sono davvero tante. Anche l’efficienza e la resa finale sono alquanto distanti e ciò comporta un maggior investimento per poter ottenere il prodotto che, alla lunga, si rivela essere il migliore. Non ti resta da fa altro che scegliere il tuo preferito.

Laureata col massimo dei voti, ho svolto uno stage come editor in un’agenzia letteraria. Scrittrice di romanzi storici e vincitrice di vari concorsi letterari, attualmente svolgo il lavoro di articolista presso varie testate giornalistiche, sia online che cartacee.

Back to top
menu
Estrattori di Succo a Freddo